QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Minorenne tenta di rapinare allo sportello bancomat di Castel Mella. Arrestato dai carabinieri

mercoledì, 25 febbraio 2015

Brescia - Minaccia e tenta di rapinare allo sportello bancomat di Castel Mella. I carabinieri del NOR di Brescia lo rintracciano e lo arrestano. L’episodio è accaduto attorno alle 20.30 del 21 febbraio scorso, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brescia hanno tratto in arresto un ragazzo minorenne incensurato perché resosi responsabile di due tentate rapine a mano armata in danno di altrettante vittime che avevano appena effettuato prelievi allo sportello bancomat della “BCC del Garda” di Castel Mella. La strategia utilizzata era sempre la stessa: attenendo nascosto l’arrivo di qualche ignara vittima che decideva di effettuare un prelievo, le si avvicinava da dietro e, dopo aver appoggiato un coltello da cucina alla schiena della stessa, si faceva consegnare i soldi appena prelevati.

Ma il suo ultimo tentativo di rapina ha avuto, purtroppo per lui, un esito infausto: infatti dopo aver minacciato con il proprio coltello la vittima prescelta, quest’ultima, anziché farsi intimorire, reagiva colpendo con calci e pugni il malvivente e mettendolo in fuga. Il rapinatore, grazie alla descrizione fornita al 112 dal cittadino, ancora spaventato per l’accaduto ma lucido e preciso nei dettagli forniti alla Centrale Operativa dei Carabinieri di Brescia, veniva fermato poco dopo da una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile postasi immediatamente sulle tracce dello stesso. I militari, dopo aver constatato la piena corrispondenza del fermato con la descrizione del rapinatore fornita dalla vittima ed a seguito del rinvenimento dell’arma utilizzata per le rapine, lo traevano in arresto per i reati di rapina continuata aggravata e porto di armi od oggetti atti ad offendere. Il minorenne arrestato è stato affidato in comunità in stato di arresto in attesa del processo.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136