QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Maniva: il Soccorso Alpino recupera escursionista in difficoltà nella Valle di Serramando

domenica, 6 marzo 2016

Val Trompia – Stava facendo sci-alpinismo lungo la Valle di Serramando con alcuni amici ma a un certo punto, quando è arrivato all’altezza del Casermone, i forti crampi e la fatica gli hanno impedito di proseguire. Nel primo pomeriggio di oggi i tecnici della stazione di Valle Trompia della V Delegazione Bresciana hanno soccorso un uomo nella zona del Maniva, territorio del comune di Tavernole sul Mella. Un amico intanto era sceso a Collio, dove avevano l’auto; un altro compagno si è spostato in cerca di un punto in cui fosse presente il segnale per la chiamata con il telefonino al 112 NUE.

soccorso alpino 1

I tecnici del Soccorso alpino erano già impegnati nel presidio di sicurezza per una manifestazione sportiva sul Monte Guglielmo ma in seguito alla chiamata si sono trasferiti nella zona del Maniva. L’uomo da soccorrere non era molto distante dalla strada che porta all’arrivo della seggiovia Dasdana. È stato raggiunto con la motoslitta e trasportato a valle, fino al piazzale del Rifugio Bonardi.

ALTRO INTERVENTO A CIMA ARERA

Un’escursione con le ciaspole a quota 2400 metri si è trasformata in una disavventura per un uomo e una donna bergamaschi. Erano saliti lungo la dorsale verso la Cima Arera, in prossimità della Capanna 2000; poi, al ritorno, mentre scendevano, si sono ritrovati in un canale. La neve fresca però ha ceduto: la massa, 30 metri di fronte per 250 metri di lunghezza, li ha sfiorati e trascinati per un centinaio di metri. Un altro escursionista ha assistito all’incidente e ha chiamato i soccorsi. Sono subito partite le squadre territoriali della VI Delegazione Orobica, che ha allertato tutti i propri tecnici a disposizione; altre squadre e anche i tecnici presenti presso il Centro operativo di Clusone erano pronti a partire, a supporto delle due eliambulanze, partite da Bergamo e da Sondrio. Una ventina in tutto le persone impegnate. Sul posto anche le UCV (Unità cinofile da valanga). I due escursionisti, un uomo di Zogno di 40 anni e una donna di Sorisole di 39, hanno riportato traumi e contusioni; più grave la donna, trasportata con l’elicottero all’ospedale di Bergamo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136