QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Manerbio: la Finanza scopre fatture gonfiate per un milione di euro, impresa edile nei guai

giovedì, 17 novembre 2016

Manerbio – Falsi costi per un milione di euro utilizzati da una società edile. I militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Manerbio hanno recentemente concluso un’articolata indagine economico-finanziaria nei confronti di un’azienda con sede a Bassano Bresciano, operante nel settore dell’escavazione e dei lavori edili.

tenenza-manerbio-caserma-0

L’attività posta in essere dai finanzieri (nella foto la sede della Tenenza di Manerbio)  ha riguardato il controllo della contabilità societaria per gli anni dal 2013 al 2015 e ha consentito di rilevare un continuo utilizzo di fatture relative a prestazioni ricevute con indicazioni o descrizioni generiche in ordine al tipo di lavori effettuati.

Nello specifico, tali documenti fiscali contabilizzati quali costi per la società erano stati emessi da altre 2 imprese facenti capo al medesimo amministratore (G.G., di anni 78, di Bassano Bresciano).

Gli specifici accertamenti posti in essere dalle Fiamme gialle manerbiesi, anche in relazione all’ubicazione dei cantieri, hanno permesso di scoprire quanto era fittizio dei “presunti” lavori eseguiti per conto dell’impresa sottoposta a controllo con conseguente disconoscimento dei costi falsamente sostenuti per un ammontare di circa un milione di euro con correlata indetraibilità dell’I.V.A. pari ad oltre 200mila euro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136