QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Manerbio, i carabinieri arrestano operaio 48enne di Offlaga per spaccio

martedì, 27 settembre 2016

Manerbio – I carabinieri di Manerbio hanno tratto in arresto un pregiudicato residente in Offlaga, ritenuto responsabile del reato di detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari già da tempo stavano monitorando l’abitazione dell’offlaghese, acquisendo interessanti riscontro investigativi ed appurando che l’uomo, R. B. operaio 48enne, già arrestato dai militari manerbiesi nel 2012 per lo stesso reato, aveva ripreso l’attività illecita, svolta soprattutto a favore di concittadini.

Gardone carabinieri

Nel fine settimana i carabinieri, appostati nei pressi dell’abitazione del pregiudicato, hanno potuto monitorarne i movimenti, seguendo e bloccando un uomo, residente in Pontevico, che, dopo essere entrato nell’abitazione dell’operaio offlaghese ne era uscito dopo alcuni istanti, venendo trovato in possesso di una dose di cocaina appena acquistata.

Subito dopo i carabinieri hanno proceduto alla perquisizione dell’appartamento dello spacciatore, rinvenendo 60 euro sicuramente provento dell’attività illecita. Il giorno successivo R.B. è stato processato per direttissima avanti al tribunale monocratico di Brescia, che convalidato l’arresto, ha comprovato le risultanze investigative dei militari, appurando che l’attività di spaccio era in essere già da diversi mesi; l’imputato, in virtù anche del recente precedente penale per lo stesso tipo di reato, è stato condannato ad un anno di reclusione e 1200 euro di multa, con revoca del beneficio della sospensione condizionale della pena, già concesso in precedenza. Il condannato è stato inoltre sottoposto alla misura cautela dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria e dovrà recarsi a firmare presso la Stazione carabinieri di Manerbio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136