QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Maltempo e danni in Burgraviato e val di Vizze: in corso lavori di sgombero

lunedì, 11 luglio 2016

Burgraviato – Sono in corso i lavori di sgombero dopo i danni provocati dal maltempo della notte scorsa soprattutto nel Burgraviato e in val di Vizze (Foto Agenzia protezione civile).frana Foto Agenzia protezione civile

Già di prima mattina gli operatori dell’Agenzia provinciale della protezione civile hanno fatto il punto della situazione e degli interventi necessari dopo i danni causati dal maltempo di domenica notte specie nel Burgraviato e in val di Vizze. “Malgrado i danni, va detto che le barriere protettive e i bacini di contenimento sui corsi d’acqua hanno impedito ripercussioni ancora peggiori”, sottolinea l’assessore competente Arnold Schuler. La situazione meteo resta variabile anche nei prossimi giorni, fa sapere intanto il Servizio provinciale.

A Parcines ieri sera tre ponti sono stati divelti dalla furia di due affluenti del rio Tel e attualmente 11 masi e la trentina di persone che li abitano sono isolati. Al più presto saranno allestivi ponti provvisori che serviranno solo per la fase dell’emergenza. Alcune passerelle pedonali sono state trascinate dall’acqua anche sull’Alta Via di Merano, che pertanto è rimasta interrotta. Danni sono stati registrati anche nel comune di Tirolo sui torrenti San Pietro e rio della Muta e nel comune di Lagundo in località Tovo di Tel e sul rio Grab. Nella frazione Riomolino, nel centro di Lagundo, il fango ha inveso la cantina di quattro abitazioni, mentre alla confluenza con l’Adige a Tovo di Tel anche alcune superfici agricole sono state danneggiate dal maltempo. “Il nostro grazie va a tutte le forze di intervento impegnate per ore nelle operazioni, a cominciare dai vigili del fuoco volontari che in queste situazioni assicurano un aiuto tempestivo”, sottolinea Schuler.

Le precipitazioni si sono fatte sentire in modo pesante anche in val di Vizze, provocando danni sul rio Tulve e sul rio di Montegrande, dove comunque i bacini di contenimento esistenti hanno scongiurato danni maggiori trattendo la caduta a valle del materiale. “Faremo in modo di ripristinare al più presto una situazione di normalità o comunque di ridurre al minimo possibile i disagi per gli abitanti delle zone colpite”, assicura l’assessore. Si cerca una soluzione anche per gli escursionisti che nel fine settimana avevano parcheggiato le loro auto nelle zone colpite dal maltempo e che finora non hanno potuto recuperarle. Il Servizio meteo provinciale preannuncia possibili rovesci anche in serata, mentre la situazione resta tesa anche nei prossimi giorni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136