QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Malegno: pensionata muore nel fiume Oglio. Altre due vittime a Mazzano e Pertica Bassa

mercoledì, 27 aprile 2016

Malegno – Una pensionata di 78 anni, Domenica Fedriga, è caduta nell’Oglio ed è morta poco dopo. La tragedia è avvenuta nel tardo pomeriggio al Lanico: la pensionata è deceduta dopo essere caduta accidentalmente nel suo giardino ed essere poi scivolata nel fiume Oglio. L’anziana è scesa nell’orto e durante l’attività è scivolata sul ripido pendio nel punto in cui si trovava, avrebbe messo un piede in fallo ed è caduta nell’alveo dell’Oglio, battendo con violenza la testa su alcune pietre. La corrente l’ha trascinata per qualche decina di metri

Il corpo è stato avvistato poco prima della 19 in via del Lanico da alcuni vicini di casa. Sul posto sono giunti l’ambulanza di base del 118, quindi i vigili del fuoco di Darfo Boario Terme e i carabinieri. Le cause del decesso sono state ricostruite dagli inquirenti: la 78enne era uscita di casa nel pomeriggio ed è scivolata nell’Oglio. Alle 18:44 – all’altezza di via del Lanico  - è stato visto il corpo della donna esamine nelle acque del fiume che attraversa la Valle Camonica. Il cadavere è stato recuperato e portato all’obitorio.

autoambulanza 118 soccorso misericordia

Altri due incidenti mortali hanno finastato la giornata: a Mazzano un pensionato – 84 anni – ha perso la vista in un incidente stradale. La vittima, Rinaldo Stretti, secondo quanto ricostruito da vigili del fucoo e polizia locale avrebbe perso il controllo dell’auto e si è ribaltato. Invece un incidente nei boschi è avvenuto a Pertica Bassa: l’albero che stava tagliando ha schiacciato Maurizio Ghidini, 58 anni, che è deceduto sul colpo. Il cadavere è stato rinvenuto solo dopo alcune ore dall’incidente. Anche per questo infortunio ono in corso accertamenti degli inquirenti per chiarire la dinamica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136