QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Malavita/3 Assalto al Mercatone Uno, il senatore Panizza presenta una interrogazione al Ministero degli Interni

giovedì, 16 gennaio 2014

San Michele all’Adige – L’assalto alla gioielleria del Mercatone Uno finisce a Roma. Mentre sono in corso le indagini dei carabinieri, ieri è stata ritrovata al Fiat Croma rubata e utilizzata per l’assalto, il senatore del PATT , Franco Panizza, ha presentato in Senato un’interrogazione urgente rivolta al Ministero degli Interni. “In questo momento – afferma il senatore - sono preoccupato per quello che è successo a San Michele all’Adige. Non solo perché fenomeni del genere dalle nostre parti non si erano mai verificati, perché mi ha molto colpito la lentezza con cui le forze dell’ordine sono intervenute. Non vorrei che i tagli alle forze dell’ordine, le riduzioni di personale e di strumentazioni, abbiano in qualche modo compromesso l’intero impianto che serve per garantire la sicurezza dei cittadini, in Trentino come in tutto il Paese>.Panizza

Nel pomeriggio ha presentato l’interrogazione al Ministro degli Interni: sull’incolumità dei cittadini, sulla tranquillità di chi si trova al lavoro, esce di casa per fare la spesa o per qualunque altro motivo, non si può in alcun modo scherzare.

ECCO IL TESTO

Interrogazione urgente

Al Ministro dell’interno. – Premesso che:

- nei giorni scorsi in Trentino sono accaduti diversi eventi di criminalità, da definire, purtroppo, non di micro criminalità bensì di vera e propria criminalità organizzata;

- in particolare il Mercatone Uno di San Michele all’Adige è stato letteralmente assediato da un commando armato e incappucciato, addirittura a negozio aperto: è pur vero che in quel giorno in Trentino nevicava e che in negozio c’erano poche persone, ma è altrettanto vero che, appena entrati i malviventi, è stata attivata la chiamata sia al 112 che al 113;

- i dipendenti hanno immediatamente attivato l’allarme, ma i malviventi hanno avuto il tempo per farsi aprire la cassaforte, sfondare le vetrine dei gioielli e dileguarsi prima che arrivassero le Forze dell’Ordine;

- San Michele all’Adige non è un minuscolo centro di una vallata di montagna, ma è una popolosa borgata del Trentino, in pieno fondo valle, a pochi centinaia di metri dall’uscita autostradale e il negozio Mercatone Uno è dislocato immediatamente sulla Strada Statale. In più a San Michele opera una stazione dei Carabinieri e la città di Trento dista pochi chilometri;

- appare pertanto di difficile comprensione il perché le Forze dell’Ordine non abbiano avuto la possibilità di intervenire tempestivamente o comunque, successivamente, attraverso posti di blocco, impedirne la fuga;

- il sospetto è che i tagli operati alla sicurezza del Paese siano stati tali da compromettere l’efficenza e l’efficacia del nostro sistema di ordine pubblico. Infatti, la Stazione dei Carabinieri di San Michele è aperta solo al mattino e le volanti pare siano in numero insufficiente;

- non è da sottovalutare, inoltre, che quanto accaduto sul territorio trentino è da considerarsi come un fatto finora eccezionale, essendo tale territorio ancora estraneo a fatti così gravi,

tanto premesso, si chiede di sapere:

quali siano i motivi per i quali le Forze dell’Ordine non sono riuscite ad intervenire in tempo;
se ciò è da attribuire alla carenza di persone e strumenti a loro disposizione;
in quale modo il Governo intenda intervenire al fine di scongiurare il ripetersi di tali episodi, e garantire la sicurezza su tutto il territorio nazionale.

Senatore Franco Panizza (PATT)


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136