QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Lovere: oggi l’addio a don Gino Scalzi, morto a 95 anni

sabato, 17 dicembre 2016

Lovere – Oggi l’ultimo saluto a don Gino Angelico Scalzi (nella foto), 95 anni, direttore emerito della Fondazione Accademia di Belle Arti Tadini di Lovere che ha diretto per cinquant’anni. Ricoverato all’ospedale di Lovere  è morto l’altro ieri e oggi alle 15.30 nella basilica di Santa Maria in Valvendra si terranno le esequie, alla presenza del vescovo di Brescia, monsignor Luciano Monari.

don-gino-scalzi

Don Gino, uomo di profonda cultura classica e umanistica, musicale e artistica, ha seguito fin da ragazzo le orme del padre Enrico, grande violoncellista. Nel 1946 è stato ordinato sacerdote e, dopo le prime esperienze pastorali nella zona, ha ereditato dal padre Enrico la custodia del Palazzo Tadini.

Una delle opere più significative messe in campo da Don Gino è la storica “Stagione dei Concerti”, che nel 2016 ha tagliato il traguardo degli 89 anni. Una rassegna dove i migliori solisti del mondo si sono esibiti davanti ad un pubblico di veri esperti. Don Gino ricordava i suoi amati concertisti, con particolare affetto Arturo Benedetti Michelangeli che con Don Gino e con l’Accademia aveva un rapporto speciale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136