Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Lotta alla droga: operazione congiunta di forestali e carabinieri in Trentino

giovedì, 3 settembre 2020

Mori – In provincia di Trento si è conclusa un’operazione congiunta tra personale del Corpo Forestale Trentino e l’arma dei Carabinieri volta al contrasto della coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti.

Gli accertamenti sono iniziati dopo il ritrovamento, da parte degli Agenti e Custodi Forestali facenti capo alla Stazione Forestale di Mori, di uno strutturato impianto di coltivazione di piante del genere Cannabis, dotato di impianto di irrigazione dedicato. Tale coltivazione è stata rinvenuta in una radura, ben occultata dalla vegetazione circostante, all’interno di un’area boscata.

I Forestali hanno quindi dato avvio ad una minuziosa attività di indagine, anche mediante l’utilizzo di sistemi di registrazione ambientale, ed appostamenti mirati, in collaborazione con i militari dell’Arma, sia del Comando Stazione Carabinieri di Mori che del nucleo operativo della Compagnia Carabinieri di Rovereto.

L’esito della attività condotte ha portato al fermo ed all’identificazione di due persone, già note alle forze dell’Ordine per questa tipologia di reato, e al sequestro di varie piante di Cannabis, oltre a dei kit per la produzione di funghi allucinogeni nonché di strumenti correlati. Nei prossimi giorni il materiale sequestrato sarà inviato a laboratori specializzati per l’analisi del contenuto delle sostanze stupefacenti.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136