QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Lonato, rapina in discoteca e spaccio di droga. Due arresti dei carabinieri

giovedì, 25 febbraio 2016

Lonato del Garda – Ladro sorpreso all’interno di una discoteca chiusa, degenera in rapina e viene arrestato dai carabinieri. Verso le 3.15  un quarantenne di origini marocchine, dopo essere penetrato all’interno del locale “XXL” di Lonato del Garda – al momento chiuso, ha iniziato ad asportare bottiglie di alcolici, bevande e merce varia elettronica (microfoni, pianole elettriche), caricando il tutto sulla sua autovettura, parcheggiata nelle vicinanze del luogo.

furto discoteca Lonato

Nel frattempo, un amico del proprietario di passaggio nei pressi della discoteca, insospettito dall’insolito movimento, entrando nel locale si è trovato faccia a faccia con il ladro.

Dopo avere richiesto l’intervento delle forze dell’ordine, l’uomo ha tentato di bloccare il malvivente, che, nel tentativo di fuggire, ha reagito aggredendolo. Ne è scaturita una brevissima colluttazione, terminata con l’intervento della pattuglia dei carabinieri di Lonato del Garda. I militari, giunti rapidamente sul posto, hanno fermato il cittadino marocchino e al termine degli accertamenti, fatta luce sulla dinamica della vicenda, lo hanno tratto in arresto per rapina impropria.

La merce asportata (del valore complessivo di quasi 2000 euro), recuperata dall’autovettura, è stata restituita all’avente diritto.
Nella giornata odierna è prevista l’udienza di convalida dell’arresto con contestuale giudizio direttissimo.

ALTRO ARRESTO

Effettua una manovra sospetta all’uscita del casello autostradale e viene fermato dai carabinieri con più di un chilogrammo di cocaina.  I carabinieri, a seguito dell’intensificazione dei controlli finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, nella notte tra venerdì e sabato hanno tratto in arresto D.T., cittadino albanese classe ’81, pregiudicato.

L’uomo, è stato sottoposto a controllo poiché con la propria autovettura ha effettuato alcuni movimenti sospetti tergiversando all’uscita del casello autostradale di Ospitaletto.

Dopo esser stato fermato e perquisito, veniva tratto in arresto poiché all’interno del veicolo, precisamente in un doppio fondo ubicato sotto il sedile del guidatore, aveva abilmente occultato quattro panetti di cocaina per un peso complessivo di kg.1,200.

L’albanese, residente a Castelcovati e disoccupato, dopo le operazioni di rito è stato dunque condotto presso la casa circondariale di “Canton-Mombello” in stato di arresto in attesa del processo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136