QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Linea Iseo-Brescia: dopo l’incidente mortale a Rodengo Saiano, nuovi accertamenti della Procura

sabato, 17 dicembre 2016

Rodengo Saiano – Nuovi accertamenti della Procura sulla linea Edolo-Iseo-Brescia, dopo l’incidente mortale dell’ottobre scorso. Ieri si è svolto il sopralluogo degli agenti della Polfer e dei consulenti della Procura di Brescia per far chiarezza sull’incidente avvenuto nella notte tra il 21 e 22 ottobre scorso, dove perse la vita Nicola Franchini, operaio 34enne di Ferrovie Nord, residente a Iseo (Brescia). Accertamenti sono stati effettuati anche sui mezzi coinvolti, la motrice su cui viaggiavano Franchini e un collega e il carrello carico di traversine che l’ha travolto e ucciso. Nell’incidente erano rimasti coinvolti Francesco Fusari, 32 anni, e Serandio Barcellini, 58 anni.

Treni Brescia-Edolo 1

La Procura di Brescia ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo e lesioni colpose. La Polfer di Brescia aveva già depositato una relazione con la prima ricostruzione dell’incidente mortale nei giorni successivi. Anche Ferrovienord ha avviato un’indagine interna per chiarire quanto successo. Ora i nuovi accertamenti prima di arrivare alla conclusione dell’inchiesta.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136