QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Limone del Garda: arrestato dai carabinieri commerciante per detenzione munizioni da guerra

mercoledì, 9 settembre 2015

Limone – I carabinieri hanno arrestato a Limone sul Garda per detenzione abusiva di “munizioni da guerra” un 34enne.
I militari della stazione di Limone sul Garda, guidati dal Maresciallo Capo Papaverone, a seguito di perquisizione domiciliare a carico di G.R. di 34 anni, commerciante del posto, rinvenivano e ponevano a sequestro munizionamento da guerra di grosso calibro da questi illegalmente detenuto. Nello specifico veniva rinvenuta una decina di munizioni cal.7,62 e 5.56, tutte ancora efficienti, in ottimo stato di conservazione e soprattutto provviste del classico logo NATO. Nel corso delle operazioni venivano rinvenute e sequestrate anche diverse bandiere con chiari simboli inneggianti ideologie di estrema destra. Il soggetto veniva dunque tratto in arresto per il grave reato e condotto dinanzi al Tribunale di Brescia il giorno successivo ove veniva condannato alla pena di mesi 6 di reclusione ed euro 2500 di multa. Accertamenti sono attualmente in corso per cercare ora di comprendere se si tratti di puro fanatismo o possa esserci anche un reale coinvolgimento del medesimo a movimenti di estrema destra.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136