QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Licenziato dalla Trentino Trasporti per le critiche alla Kyenge. Il giudice reintegra l’autista Paolo Serafini

giovedì, 12 giugno 2014

Trento – Offese il Capo dello Stato, il presidente della Camera e l’allora ministro Cecile Kyenge sul Facebook e venne licenziato dall’azienda in cui lavorava. Ora il giudice  della sezione lavoro del Tribunale di Trento ha deciso il reintegro per Paolo Serafini  nella ditta – la Trentino Trasporti – in cui lavorava. Secondo il giudice quanto scritto su Facebook dall’autista è nella sfera personale e nel diritto di opinione, per questo motivo non è configurabile con un procedimento di licenziamento.

tribunale-2

 
Il legale, avvocato Filippo Valcanover, e la società Trentino Trasporti attendono il deposito della sentenza prima di esprimersi. Nel frattempo emergono particolari importanti: la ditta di trasporti Trentino Trasporti dovrà reintegrare Serafini e corrispondere all’autista l’indennità risarcitoria commisurata all’ultima retribuzione. L’azienda Trentino Trasporti dopo  il deposito della sentenza valuterà l’eventuale ricorso in Secondo Grado di giudizio.

© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136