QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Levico Terme: controlli antispaccio dei carabinieri nella scuola “Opera Armida Barelli”

martedì, 7 febbraio 2017

Levico Terme –  Nel corso della mattinata, a Levico Terme (Trento), in accordo – e su richiesta – della dirigenza scolastica del professionale “Opera Armida Barelli” e relativo convitto, i carabinieri della compagnia di Borgo Valsugana, con il valido ausilio di unità cinofila insediata nel 7° reggimento carabinieri di Laives (Bolzano), hanno condotto un servizio di prevenzione e contrasto allo spaccio – ma soprattutto, al consumo – di stupefacenti. su complessivi 326 studenti, il segugio ne ha puntati tre (una ragazza e due ragazzi) le cui perquisizioni hanno dato riscontro positivo in un solo caso.

Carabinieri - foto nuova10

Si tratta di 0,2 grammi di “marijuana”, sequestrata con il “grinder” tritaerba. Poco, direbbero molti, ma quanto basta a qualunque adolescente di 17 anni per essere “in pericolo” e meritevole di attenzione.

Proseguono quindi non solo i controlli ma anche le conferenze affinché i giovani, per maturare, trovino modi meno “atrofizzanti”.

INCIDENTE CON FERITO

In mattinata a Pergine Valsugana – frazione Ciré in via Dos de la Roda – una trentenne di origine cinesi, coniugata e casalinga, uscendo dalle pertinenze della propria residenza alla guida della sua “Kia” ha urtato un pensionato, perginese classe 1955, in attraversamento delle strisce pedonali.

L’immediato trasporto precauzionale con l’ambulanza 118 all’ospedale di Trento ha consentito di evitare il peggio: prognosi complessiva di 10 giorni. I rilievi a cura della stazione carabinieri do Pergine appurano la totale regolarità dei documenti personali, di circolazione ed assicurativi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136