QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Lavis, tenta di rapinare un pensionato: arrestato un 50enne trentino

sabato, 21 gennaio 2017

Lavis –  I carabinieri arrestano un 50enne per tentata rapina a Lavis (Trento). Un 50enne trentino, guadagnata la fiducia di un 77enne, entra in una casa, gli versava un medicinale nel caffè per poi rovistare l’appartamento indisturbato.

Carabinieri large

I militari della dipendente Aliquota Radiomobile hanno tratto in arresto per il reato di tentata rapina un 50enne trentino residente a Lavis. L’uomo, in compagnia di un complice, nella serata di ieri in via Mazzini di Lavis, dopo aver carpito la fiducia di un 77enne, si introduceva all’interno del suo appartamento e, approfittando di un momento di distrazione della vittima, gli versavano nella tazza di caffè circa 20 gocce di ansiolitico tipo Lormetazepam, facendolo “collassare”.

I due uomini hanno rovistato nell’appartamento della vittima allontanandosi senza aver apparentemente asportato nulla. Nel raggiungere l’uscita del condominio sono stati notati da un uomo che, riconoscendoli, si è insospettito e giunto nell’abitazione si è accorto che la vittima, riversa a terra, era il suo vicino di casa e ha pertanto attivato immediatamente i soccorsi del 118 e chiamato il 112.

Sul posto sono giunte due pattuglie del Radiomobile di Trento che, raccolte le prime sommarie informazioni sull’accaduto e sugli autori, sono riusciti ad individuare uno dei due e trarlo in arresto.

I militari dell’Arma hanno altresì rinvenuto il cellulare in uso al complice che lo ha perso durante la fuga e trovato la boccetta del farmaco utilizzato, elemento indispensabile per consentire al personale medico di somministrare all’anziano la cura per farlo riprendere.

La vittima è stata trasportato in codice rosso all’Ospedale Santa Chiara dove è trattenuto in osservazione. Il senso civico del vicino di casa della vittima e l’immediata risposta dei militari dell’Arma hanno consentito che la tentata rapina non avesse ulteriori e peggiori conseguenza per il 77enne che era “collassato” subito dopo aver ingerito a sua insaputa il farmaco.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136