Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Lavis: furto in abitazione ai danni di un’anziana, due arrestati e due minorenni denunciati dai carabinieri

martedì, 6 marzo 2018

Lavis – Nel tardo pomeriggio di ieri una provvidenziale segnalazione pervenuta presso la Centrale Operativa del Comando Provinciale dei carabinieri di Trento ha informato del furto in abitazione appena avvenuto in Lavis ai danni di un’anziana 86enne. Provvidenziale in quanto un testimone, avvedutosi della presenza dei rei, ne ha memorizzato i volti ma soprattutto ha avuto la prontezza e la freddezza di annotare il numero di targa dell’autovettura utilizzata dai ladri come mezzo di fuga.

carabinieri 1L’immediato allarme alla Centrale Operativa ha permesso di allertare tutte le pattuglie della Compagnia CC di Trento alla ricerca dell’autovettura in fuga. Le ricerche estesesi nell’intera piana Rotaliana nonché nel centro cittadino hanno permesso alla Stazione Carabinieri di Mattarello (Trento) di individuare l’autovettura oggetto di ricerca in sosta nel centro del capoluogo trentino, e segnatamente nei pressi di un’attività commerciale di “compro oro”.

L’avvistamento dell’autovettura ha così permesso, una volta giunti i rinforzi, di bloccare i due occupanti dell’autovettura, nonché di sorprendere gli altri due complici all’interno dell’attività commerciale nell’intento di far valutare taluni monili, risultati poi oggetto del furto appena commesso.

L’immediato controllo delle persone d’interesse e l’approfondimento dell’attività d’indagine ha permesso di accertare la responsabilità delle quattro persone nella commissione del furto in abitazione compiuto nel pomeriggio a Lavis.

Al termine dell’attività due persone, il 28enne R.E. ed il 20enne R.G. sono stati tratti in arresto e posti a disposizione dell’A.G. di Trento, mentre le corree minorenni, entrambe diciassettenni, sono state denunciate in stato di libertà.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136