QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La Polizia Stradale di Trento arresta due persone, in flagranza di reato, per furto aggravato su camper in sosta

venerdì, 22 settembre 2017

Trento – Alle ore 05,35 odierne, personale dell’unità della Sottosezione Polizia autostradale di Trento, coadiuvato da colleghi della Squadra compartimentale di Bolzano e della Sottosezione autostradale di Verona, ha proceduto all’arresto, in flagranza, di D.S., 51enne nato in Bosnia Erzegovina e domiciliato in provincia di Milano e I.S., 26enne nata a Milano ed ivi residente, responsabili di furto aggravato su camper in sosta.

Già da alcune settimane l’autovettura Citroen Xsara Picasso, di colore bordeux, con targa francese, su cui si trovavano i due arrestati, era stata più volte notata presso le aree di servizio sulla tratta autostradale “A22” del Brennero, tra Trento e Bolzano, durante le ore notturne in occasione di furti a danno di camper in sosta.

Una pattuglia della Polizia Stradale di Trento aveva identificato e controllato i due soggetti, che si muovevano con la suddetta autovettura, mentre si aggiravano intorno ad alcuni camper in sosta, risultanti, in un secondo tempo, danneggiati da un tentativo di forzatura alle portiere, presso l’area di servizio autostradale Nogaredo est (Trento), sita nell’omonimo Comune. Nella circostanza gli stessi sono stati accompagnati presso gli uffici della Sottosezione autostradale di Trento e sottoposti a perquisizione personale estesa al mezzo, a seguito della quale sono stati denunciati a piede libero per concorso in tentato furto aggravato e possesso di arnesi atti allo scasso.

Nella nottata scorsa la medesima autovettura Citroen Xsara Picasso, è stata nuovamente notata nei pressi degli svincoli autostradali della A22 dagli operatori che stavano espletando, in abiti civili ed autovettura con colore di serie, un apposito servizio preventivo contro i furti notturni.

L’auto è stata, discretamente, seguita sino all’uscita autostradale di Peschiera, da dove si è diretta ad un’area di sosta per camper nel territorio comunale di Monzambano (Mantova). Giunti in tal luogo D.S. e la I.S. sono scesi dal mezzo e si sono avvicinati ai camper in sosta. Dopo aver osservato tutti i camper, hanno forzato rapidamente la serratura di uno dei mezzi, riuscendo ad aprire la portiera e ad impossessarsi del portafoglio del proprietario che si trovava all’interno.

Notati dagli operatori, hanno abbandonato il portafoglio, con tutto il suo contenuto, a terra nelle immediate vicinanze e si sono allontanati rapidamente, in auto, verso l’autostrada A4, direzione Milano, dove sono stati fermati dagli Agenti di polizia al Km.257+500, carreggiata nord, nel Comune di Peschiera del Garda.

La perquisizione personale, estesa al veicolo, ha permesso di rinvenire e sottoporre a sequestro diversi arnesi atti allo scasso (quali due cacciaviti di media dimensione, una pinza regolabile, tre set cutters 9-18 mm), due torce di piccole dimensioni e denaro, di dubbia provenienza, pari a 2450 euro, 100 corone danesi e 190 franchi svizzeri.

I due soggetti sono stati arrestati ed accompagnati presso la Sottosezione autostradale di Verona sud in attesa del rito per direttissima tenutosi, presso il Tribunale di Verona nella mattinata odierna.

Il procedimento è terminato con la convalida dell’arresto, trasmissione degli atti alla Procura di Mantova, competente per territorio, nonché con la conferma, in ragione della gravità del fatto e del pericolo di reiterazione del reato, della richiesta di custodia cautelare in carcere per i due indagati che sono stati quindi associati alla Casa Circondariale di Montorio (Verona).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136