QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La Polizia Stradale del Trentino arresta 32enne polacco. E’ accusato di favorire l’immigrazione

martedì, 23 maggio 2017

Vipiteno – Arrestato dalla Polizia Stradale polacco, accusato di favorire l’immigrazione clandestina. Per il vertice del G7  a Taormina sono stati incrementati i controlli al confine del Brennero con servizi diurni della Polizia di Stato, Questura e Polizia Stradale del Compartimento Trentino Alto Adige, coadiuvati da militari dell’esercito alla barriera di Vipiteno (Bolzano).

Il ripristino dei controlli presso le frontiere interne in occasione del vertice sono stati rafforzati sensibilmente i servizi della Polizia Stradale in corrispondenza della barriera autostradale A22 al fine di attivare le necessarie verifiche, minime ed approfondite, su conducenti e veicoli in ingresso ed in uscita dal territorio nazionale.

I controlli in programma fino al 27 sono stati effettuati verso i veicoli in entrata e dal 28 al 30 maggio saranno dedicati ai veicoli in uscita dal territorio nazionale. 402987_3135_big_2012-polizia-stradale-pattuglia-autostrada-1

Controlli che vengono poi continuati lungo tutta la tratta dell’arteria stradale “A22”, anche presso i caselli e le aree di servizio, da parte di ogni pattuglia della Polizia Stradale in servizio di vigilanza.

Alle 19,30 di ieri vicino a Rovereto sud, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Trento identificava Tomasz C., cittadino polacco di 32 anni, fermandolo per un normale controllo mentre era in marcia, in corsia sud, alla guida di un complesso veicolare con targa polacca.

Il medesimo, a seguito interrogazione alla banca dati interforze, risultava colpito da ordine di arresto europeo, emesso da Autorità Giudiziaria del regno Unito per il reato di favoreggiamento dell’Immigrazione clandestina.

Lo stesso è stato tratto in arresto ed accompagnato presso la Casa Circondariale di Spini di Gardolo (Trento) per gli ulteriori adempimenti della competente autorità giudiziaria. Il veicolo è stato depositato presso la Ditta di soccorso stradale Pedrotti di Mori (Trento).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136