QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La polizia scopre botti illegali nascosti in un box di Brescia. Nei guai un 27enne

giovedì, 27 novembre 2014

Brescia  - Sequestro di botti illegali, nei guai 27enne. Non è ancora Capodanno, ma qualcuno si stava già preparando, maganri con tanto di business.

Gli agenti della Polizia di Stato della Polizia amministrativa della Questura di Brescia, coordinati dal dirigente della Divisione P.A.S.,   Giannantonio Millimaggi, nell’ambito di  un’operazione   di prevenzione e contrasto al fenomeno dei  “botti illegali”,  hanno rinvenuto e  sequestrato 300 chili di artifici pirotecnici  detenuti  all’interno di un box di una palazzina della zona nord della città. Per tali fatti è stato denunciato alla Procura di Brescia un giovane ventisettenne italiano.

Il tempestivo intervento  delle Forze dell’Ordine ha  scongiurato in quespolizia_4_7to caso un grave pericolo per la pubblica incolumità per gli effetti distruttivi che avrebbe potuto avere un’eventuale esplosione considerato  soprattutto l’ingente quantitativo di materiale esplodente accatastato nel box.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136