QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La Finanza sequestra oltre 63mila litri di gasolio di contrabbando a Silandro, due denunciati

martedì, 7 marzo 2017

Bolzano – I militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Silandro (Bolzano), nel corso di attività istituzionale a contrasto degli illeciti economico-finanziari presso i valichi di frontiera, nei pressi di Resia al confine con l’Austria, hanno sottoposto ad un accurato controllo due autoarticolati che trasportavano, in entrata nel territorio dello Stato, prodotti petroliferi.

Le autocisterne percorrevano, a poca distanza tra loro, la statale 40 in piena notte, con un’andatura molto moderata, anche in considerazione delle sfavorevoli condizioni meteorologiche. I finanzieri, insospettiti dell’insolito orario di transito di tali mezzi pesanti, dopo aver fermato i due camion e verificato, tramite i documenti esibiti, il mittente, il destinatario e la tipologia di prodotto trasportato, hanno ritenuto, pure sulla base di un preliminare esame della merce, che vi fossero discordanze tra quanto dichiarato nei documenti di accompagnamento, peraltro incompleti e poco attendibili, e l’effettiva natura, origine e destinazione della merce.

Infatti la visita fisica, effettuata attraverso il prelievo di campioni, esaminati nell’immediatezza dei fatti, permetteva di accertare la presenza di 63.875 litri di gasolio per autotrazione non dichiarato, in palese difformità con la normativa vigente sulle imposte di consumo.FOTO GDF SEQUESTRO 0

Pertanto, i militari procedevano al sequestro del prodotto energetico di contrabbando e dei due autoarticolati utilizzati per il trasporto illecito. I due trasportatori, di nazionalità italiana, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per l’ipotesi di reato prevista dall’articolo 40 del Decreto Legislativo n. 504/95 (sottrazione all’accertamento o al pagamento di prodotti sottoposti ad accise).

L’operazione di servizio condotta a termine testimonia, ancora una volta, l’efficacia dei dispositivi di controllo economico-finanziario del territorio svolti dalla Guardia di Finanza e finalizzati, oltre che al recupero delle imposte evase, alla tutela dei cittadini onesti e rispettosi delle regole, con conseguenti effetti positivi sull’economia legale, nonché alla salvaguardia della leale concorrenza fra le imprese.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136