QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La Finanza di Sondrio sequestra beni, veicoli e conti correnti per 20 milioni di euro

martedì, 11 febbraio 2014

Sondrio – La Guardia di Finanza nell’ambito dell’operazione “SHIVA”, ha effettuato il sequestro di 191 immobili, appartamenti, garage e capannoni,  e 140 terreni, intestati a 19 persone fisiche e 18 società, per un valore complessivo di circa 17,5 milioni di euro

Nel gennaio scorso i  finanzieri della compaFinanza Sondrio sequestro benignia di Sondrio avevano già eseguito il sequestro di 118 autoveicoli, nonché di 18 conti correnti per un valore complessivo di oltre 2.700.000. Il valore dei beni sequestrati – secondo quanto riferito dal comandante provinciale della Guardia di Finanza di Sondrio –   nell’ambito dell’operazione Shiva è quindi superiore ai 20 milioni di euro.

L’operazione fa seguito agli arresti eseguiti nei confronti dell’organizzazione criminale, dedica alla frode fiscale, riciclaggio e usura. Oltre 37 le società coinvolte, tutte operanti nel settore del commercio di materiale ferroso, edile, e anche immobiliare, aventi sede nelle province di Sondrio,  Brescia, Pavia e anche in Francia.

Il sequestro eseguito consente di assicurare alle casse dello Stato i beni di cui i soggetti indagati  sono risultati avere la disponibilità fino a concorrenza del profitto delle attività illecite poste in essere: oltre 100 milioni il valore dell’imponibile sottratto a tassazione  ai fini delle imposte sui redditi ed oltre 75 milioni di euro il valore delle somme che si è accertato siano state illecitamente portate all’estero e successivamente riciclate.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136