QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

La Finanza di Brescia arresta due persone per presunti reati fallimentari. Confiscati beni per 1 milione e mezzo

mercoledì, 21 maggio 2014

Brescia – Blitz della Fiamme Gialle. L’operazione Toxic Cars della Guardia di Finanza ha portato a due arresti, con perquisizioni in sei abitazioni e alla confisca di beni per 1 milione 500 mila di euro. Le Fiamme Gialle contestano i presunti reati fallimentari della Zampedri Commerciale, della Cobra Amc e Cobra srl.  Secondo quanto riferito dalla Finanza, in un comunicato stampa, l’indagine si concentra su presunte truffe ai “danni di istituti di credito, società finanziarie, oltre che sulla distrazione di denaro e autovetture”. Agli arresti l’ad delle società E.M.Z, e ai domiciliari il padre F.M.Z.. L’inchiesta, che vede anche altri indagati, è partita a seguito di alcune denunce di clienti rimasti senza auto nell’autunno dello scorso anno.Finanza Sondrio sequestro beni


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136