Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Iseo, la Polizia provinciale sequestra 500 metri di reti abusive. Utilizzate per la pesca di frodo

domenica, 3 aprile 2016

Iseo – Scoperte reti abusive nel Sebino. Sono state posizionate da pescatori di frodo sul lago d’Iseo. Gli agenti della Polizia provinciale di Brescia, durante un servizio di vigilanza ha scoperto 500 metri di reti con pesci – in prevalenza lucci – rimasti impigliati. Le reti erano state posizionate da poco tempo e i controlli della Polizia provinciale, legati anche all’evento di di Christo, hanno portato al sequestro delle reti dei pescatori di frodo.

Pesca di frodo 1

Secondo gli inquirenti l’obiettivo era catturare i lucci, ma in questo periodo la pesca è vietata. Ora l’attenzione si sposta sui pescatori del lago d’Iseo, cercando di fermare un fenomeno che si ripropone anno dopo anno.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136