Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Iseo, i carabinieri arrestano barista e pusher per spaccio: patteggiano 6 mesi di pena. Altri blitz nel Bresciano

giovedì, 21 dicembre 2017

Iseo – Prosegue l’attività di controllo dei carabinieri per contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. I militari della stazione di Iseo (Brescia) hanno arrestato un 40enne italiano, barista, censurato, ed un marocchino 48enne, residente a Calcio, nullafacente, e già conosciuto alle forze dell’ordine.carabinieri Iseo 1

I carabinieri, durante un controllo in un bar hanno notato il marocchino cedere qualcosa al barista che si trovava dietro il bancone il quale, accortosi dei militari, ha tentato di occultarlo immediatamente all’interno delle tasche dei pantaloni.

Ritenendo trattarsi di attività di spaccio, gli operanti subito hanno fermato entrambi i soggetti e hanno proceduto a perquisizione personale, rinvenendo addosso al barista due involucri in cellophane termosaldato contenente sostanza stupefacente del tipo “cocaina” del peso complessivo di un grammo, un involucro in cellophane trasparente contenente sostanza stupefacente tipo “marijuana” del peso di 1,5 grammi, ed un ulteriore involucro contenente sostanza stupefacente tipo “hashish” del peso di grammi 10,5, appena ricevuti dal marocchino.

La successiva perquisizione domiciliare presso l’abitazione di quest’ultimo ha permesso di rinvenire ulteriore involucro contenente sostanza stupefacente tipo hashish del peso di 0,5 grammi.

Quanto rinvenuto, è stato posto in sequestro mentre i due arrestati, dopo l’interrogatorio da parte del Gip del tribunale di Brescia sono stati condotti presso le proprie abitazioni e sottoposti alla misura degli arresti domiciliari in attesa della convalida avvenuta con rito direttissimo. A seguito di patteggiamento sono stati entrambi condannati ad una pena di sei mesi.

I Carabinieri della Compagnia di Salò intensificano i controlli

I Carabinieri della Compagnia di Salò, negli ultimi giorni, hanno intensificato i servizi di controllo in alcune aree del territorio interessate da alcuni episodi di microcriminalità urbana, posti in essere da giovani per lo più minorenni. In particolare le zone oggetto di maggior attenzione sono quella della cosiddetta “stazione autolinee” di Salò Largo Dante Alighieri e di Roè Volciano via Gardesana, in prossimità della pista ciclabile.

Nel primo caso le segnalazioni hanno riguardato episodi di aggressioni e spaccio di sostanze stupefacenti, nel secondo caso di “bullismo” ovvero aggressioni ai danni di studenti finalizzate a commettere reati contro il patrimonio. Nel corso dell’attività preventiva e di polizia giudiziaria i Carabinieri hanno controllato numerosi giovani gravitanti nelle due aree, ove sono presenti le fermate degli autobus di linea, ed hanno ottenuto i seguenti risultati operativi:

- il 12 dicembre 2017 i Carabinieri della Stazione di Salò hanno denunciato in stato di libertà uno studente minorenne che, verso la fine del mese di novembre, lungo la pista ciclabile di Roè Volciano via Gardesana aveva rapinato un altro studente facendosi consegnare la somma di 10 euro;

- il 13 dicembre 2017 i Carabinieri della Stazione di Sabbio Chiese hanno denunciato in stato di libertà, alla Procura presso il Tribunale per i Minorenni, 4 studenti minorenni che, verso la metà di ottobre, mentre si trovavano a bordo dell’autobus della linea Salò – Vestone hanno circondato un altro studente al quale strappavano la catenina in oro per poi fuggire dopo esser scesi alla fermata di Tormini;

- il 19 dicembre 2017 i Carabinieri della Stazione di Sabbio Chiese hanno denunciato in stato di libertà uno studente minorenne che, qualche giorno prima, in Roè Volciano via Gardesana, ha strappato ad un altro ragazzo la catenina in oro e, al fine di assicurarsi la fuga, lo ha colpito con più pugni al volto;

- il 20 dicembre 2017 i Carabinieri del N.O.R.M. di Salò hanno denunciato in stato di libertà un 24 enne valsabbino che, in Salò Largo Dante Alighieri, dopo aver litigato per futili motivi con altro avventore di un esercizio pubblico, lo ha ferito con un coltellino colpendolo al volto e causandogli una lesione personale guaribile in una decina di giorni;

- il 20 dicembre 2017 i Carabinieri del N.O.R.M. di Salò hanno arrestato uno studente minorenne della zona che, in Salò Largo Dante Alighieri in prossimità della fermata degli autobus, è stato sorpreso nel primo pomeriggio mentre ha ceduto una dose di sostanza stupefacente del tipo hashish ad altri ragazzi; inoltre, a seguito di perquisizione, è stato trovato in possesso di 54 dosi, per un totale di oltre 40 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish.

ARRESTATA BANDA DI ROMENI

I Carabinieri della Stazione di Orzinuovi hanno arrestato una banda di 4 romeni ventenni, senza fissa dimora in Italia, dedita al furto di generi alimentari, colti in flagranza di reato all’esterno dell‘Eurospin sito in quel centro in Via Adua.

Durante un servizio di pattuglia dedicato al controllo e stazionamento nei pressi dei parcheggi di Centri Commerciali in occasione dello shopping natalizio, i militari hanno notato all’interno di un veicolo due soggetti dalle cui maniche dei giubbini si intravedeva una muta da SUB; inoltre vi erano delle radiotrasmittenti poggiate sul cruscotto.

Scattati gli immediati controlli e sottoposti a perquisizione personale si rinvenivano sotto le mute da sub 7 confezioni di formaggio da 500 grammi l’una. Durante le fasi della perquisizione personale, dall’uscita del supermarket Eurospin i militari hanno notato ulteriori due soggetti che, scorti i Carabinieri, hanno iniziato ad allontanarsi velocemente a piedi, non avvedendosi però del secondo mezzo militare giunto in supporto che li sorprendeva alle spalle. Al termine della perquisizione sono stati rinvenuti complessivamente 20 confezioni di formaggio e 4 bottiglie di RUM risultati provento di furto poco prima all’interno del Supermarket. Arresti convalidati nella mattinata odierna.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136