QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Iseo: controlli estivi sul Sebino delle polizie provinciali e di 11 associazioni

mercoledì, 24 giugno 2015

Iseo – Potenziati i controlli  e gli interventi per la sicurezza sul lago d’Iseo. Sono iniziate le operazioni di controllo e pronto intervento in caso di necessità a chi frequenta le rive del Sebino. Secondo il copione degli scorsi anni due equipaggi delle Polizie provinciali di Brescia e Bergamo (la presenza dei due corpi di polizia è prevista ogni sabato dalle 14.30 alle 19.30, la domenica dalle 10 alle 20, e un giorno della settimana dalle 14 alle 21) e le 11 associazioni, la Guardia costiera ausiliaria e il gruppo Opsa della Croce Rossa, hanno garantito interventi, controlli e sorveglianza nei fine settimana, quando le presenzevigilifuoco annegato lago dei turisti sono più numerose.

Sarà anche presente la pilotina della Polizia provinciale di Bergamo. La convenzione con le 11 associazioni, firmata all’Autorità di bacino a Sarnico, prevede l’intervento dei gruppi di Protezione civile Nucleo sommozzatori Treviglio, Protezione civile Sommozzatori Fipsas, Associazione nazionale carabinieri sezione «Caduti di Nassirya» di Grumello e Sics Scuola italiana cani salvataggio), e per la parte bresciana del gruppo Sub Monte Isola onlus, l’associazione Vpc gruppo sommozzatori Capriolo, la Protezione civile di Monte Isola, il Gruppo soccorso Sebino e il gruppo comunale sub di Iseo. In convenzione diretta con l’Autorità di bacino ci sono poi la Guardia costiera ausiliaria che fa base al lido Nettuno di Sarnico e l’Opsa (Operatore polivalente salvataggio in acqua) di stanza a Predore.

Complessivamente saranno presenti tre volontari per ogni turno, quindi, una trentina di volontari sorveglieranno il Sebino e la superficie del lago è stata divisa in zone e a ogni associazione di volta in volta ne verrà assegnata una a secondo delle necessità. Il coordinamento sarà in capo alla Polizia provinciale, ma per il soccorso in acqua in caso d’emergenza sarà obbligatorio richiedere l’intervento del 112.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136