QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Intossicazione da monossido di carbonio, famiglia di Ala ricoverata in ospedale

sabato, 2 novembre 2013

Ala – Torna la paura del killer invisibile con l’accensione di stufette e camini. La scorsa notte una famiglia di Ala è rimasta intossicata per le esalazioni di monossido di carbonio. L’allarme è stato tempestivo: le quattro persone intossicate, un uomo di 49 anni con la moglie autoambulanza 118 soccorso misericordiadi 45 e i due figli di 8 e 10 anni – sono stabilizzate dai medici del 118 e trasportate d’urgenza all’ospedale di Bolzano dove sono state sottoposte a terapia iperbarica. Nessuno di loro risulta rischia la vita. Secondo la prima ricostruzione dei carabinieri è stato lasciato un braciere accesso e durante la notte ci sono state le esalazioni. Il tempestivo intervento del padre ha evitato il peggio.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136