QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Intervento stanotte in Val Gandino del Soccorso alpino

sabato, 26 settembre 2015

Gandino – Intervento di ricerca andato a buon fine stanotte per i tecnici della VI Delegazione Orobica del CNSAS (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico). L’allertamento è giunto al Centro operativo poco prima della mezzanotte per il mancato rientro di un uomo di 52 anni residente a Cene (BG). Sono state subito inviate le squadre territoriali, appartenenti alle Stazioni del Soccorso alpino di Media Valle e di Clusone; impegnati nel complesso una ventina di tecnici: alcuni sono saliti dal versante della Val Gandino, altri dalla zona della Val Borlezza.Soccorso Alpino Intervento in Lagorai

Si sono mantenuti sempre in contatto radio fra di loro per accerchiare l’area e perlustrare il territorio, seguendo quattro percorsi differenti, corrispondenti ai sentieri che, con il maggior numero di probabilità, l’uomo poteva avere intrapreso. Sul posto anche i Vigili del fuoco, con mezzi UCL, pronti per un eventuale proseguimento delle operazioni di ricerca anche nella giornata di oggi.

Invece, grazie a una minuziosa conoscenza del territorio e alla capacità di muoversi in una zona impervia in totale sicurezza, e dopo avere valutato le indicazioni fornite dai familiari, l’uomo è stato ritrovato dalle squadre del CNSAS alle 2:10 di stanotte, illeso, nei pressi della località Baita Savoldelli, nella zona denominata Fogarolo, sul versante clusonese della montagna. Intorno alle 3:00 sono giunti nei pressi di Campo D’Avene – Malga Lunga. L’operazione si è conclusa all’alba di oggi, con il rientro dei tecnici al Centro operativo di Clusone.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136