QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Intervento in forra del Soccorso alpino nel Bresciano: turista 13enne riporta sospetta frattura alla caviglia

venerdì, 1 agosto 2014

Tignale – Intervento in forra oggi per la V Delegazione Bresciana del CNSAS – Soccorso alpino e speleologico, impegnata con tre Stazioni (Breno, Valle Trompia e Valle Sabbia), e con differenti tipologie di tecnici. Una ragazza di 13 anni, turista straniera, era con un gruppo di persone nei pressi del torrente Vione, nel territorio del comune di Tignale. Ha riportato una sospetta frattura a una caviglia ed è quindi stato chiesto l’intervento del soccorso sanitario.soccorsoalpino

L’eliambulanza ha imbarcato due tecnici di soccorso in forra del CNSAS presso il Centro operativo di Esine, con una barella da canyoning. Altri tre forristi sono partiti a supporto, insieme con un tecnico di soccorso speleologico e tre di soccorso alpino, per un eventuale sforramento. La ragazza è stata individuata e recuperata per mezzo del verricello e poi trasportata in ospedale a Brescia. L’operazione è cominciata alle 18 e si è conclusa verso le 20.30.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136