QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Interventi del Soccorso alpino in provincia di Bergamo e Sondrio

domenica, 3 settembre 2017

Chiuro – Oggi pomeriggio i tecnici della VI Delegazione Orobica hanno rintracciato una famiglia che aveva perso l’orientamento durante una passeggiata in montagna, in una zona boscosa. Sono turisti olandesi, avevano con loro anche il figlio, un bimbo di due anni. Li hanno rintracciati in località Passo del Grassello e riportati a valle illesi. cnsNove i tecnici impegnati, appartenenti alla Stazione di Valle Imagna. L’intervento è cominciato verso le 15:30 ed è terminato in un paio d’ore.

Stasera poco prima delle 18:00 la VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna è stata allertata per un ragazzo di Sondrio, uscito con la mountain bike in Val Fontana. Stava percorrendo il sentiero che va da Sant’Antonio a San Bernardo ma ha perso il tracciato e si è ritrovato in un tratto di bosco molto chiuso, non riusciva a procedere. È riuscito a chiedere aiuto e, attraverso il telefono, a fornire le coordinate, che sono state verificate, e alcune immagini del luogo in cui si trovava. Tre tecnici della Stazione di Sondrio lo hanno raggiunto, accompagnato fino al sentiero e poi a valle.

In entrambi i casi, la conoscenza capillare dei luoghi ha consentito di risparmiare tempo e di recuperare illese le persone coinvolte negli interventi. Una raccomandazione importante, in questo periodo, è quella di avere con sé un abbigliamento adatto all’abbassamento di temperatura che si verifica quando si è costretti a stare fuori oltre il previsto. Una buona riserva di acqua e cibo può aiutare a conservare le forze e ad affrontare meglio un contrattempo prolungato.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136