QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Indagine della polizia di Sondrio, medico agli arresti domiciliari per presunta violenza sessuale su una paziente

mercoledì, 3 dicembre 2014

Sondrio - Medico agli arresti domiciliari. Personale della Questura di Sondrio, nella mattinata odierna, ha dato esecuzione alla misura cautelare degli arresti domiciliari disposta dal Gip del tribunale di Sondrio, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un medico, dell’Azienda Ospedaliera Valtellina e Valchiavenna, per il reato di violenza sessuale continuata.

L’indagine ha preso avvio da un esposto presentato da una donna, alcuni mesi orsono, alla locale Procura della Repubblica, nel quale denunciava di essere stata costretta a subire atti di natura sessuale compiuti dal medico durante una visita. L’attività investigativa successiva, coordinata dalla Procura della Repubblica di Sondrio e svolta con la piena collaborazione della Direzione della locale Azienda Ospedaliera, ha consentito di accertare altri analoghi episodi di abusi di natura sessuale posti in essere dal medico in danno di pazienti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136