QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Incidente sul Diedro Martini-Tranquillini: climber vola per 15 metri mentre si arrampica, elitrasportato all’ospedale di Trento

sabato, 12 marzo 2016

Dro – I tecnici dell’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso alpino trentino e un elicottero di Trentino Emergenza sono intervenuti oggi pomeriggio a Dro, nella Valle del Sarca, per soccorrere un giovane climber milanese “volato” da primo di cordata, per circa 15 metri, mentre arrampicava sull’ultimo tiro di corda del Diedro Martini-Tranquillini, sulla parete sud-est di Cima alla Coste.elisoccorso

A dare l’allarme alla Centrale unica di emergenza è stato il compagno di cordata. L’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso alpino trentino, di concerto con la Centrale unica di emergenza ha richiesto l’intervento dell’elicottero con a bordo il personale medico e il tecnico di Elisoccorso del Soccorso alpino e degli uomini del Soccorso alpino della Zona Basso Trentino che si trovavano poco distanti per un’esercitazione.

Grazie a due spettacolari operazioni con il verricello di trenta e novanta metri, l’infortunato è stato recuperato dall’elicottero e trasportato all’ospedale Santa Chiara. Nella caduta il climber ha riportato dei politraumi. Il compagno di cordata è stato recuperato dagli uomini del Soccorso alpino incolume. Sempre nel pomeriggio, poco prima dell’incidente del climber su Cima alle Coste, gli uomini del Soccorso alpino della Zona Basso trentino erano intervenuti per soccorrere una giovane un’escursionista tedesca che per errore aveva abbandonato il sentiero in località San Giovanni, trovandosi su un piccolo camminamento su una parete di roccia in una situazione precaria e pericolosa, non riuscendo ad andare avanti e indietro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136