QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Incidente mortale per un alpinista nel Gruppo del Sella: perde la vita 33enne di Pavia

venerdì, 26 giugno 2015

Prima Torre del Sella – Questa mattina, intorno alla 11, si è verificato un incidente sulla Prima Torre del Sella, dove a seguito dei gravissimi politraumi riportati, ha perso la vita un alpinista di 33 anni di Pavia.soccorso alpino trentino 1

Il giovane, che lavorava in un albergo della Val Gardena, questa mattina, insieme a una collega di lavoro, aveva scalato il Piz Ciavazes (2828 metri), lungo la “Via della Rampa (chiamata anche “Via del Torso”). L’incidente è avvenuto durante la fase di ritorno: i due alpinisti, dopo avere superato la Cengia dei Camosci, avevano raggiunto la base della parete, dove l’itinerario si congiunge con il sentiero di discesa dalla Prima Torre del Sella (lungo la “Via Normale”). Per superare alcuni tratti di questo sentiero è necessario procedere arrampicando in discesa (difficoltà tra il I e II grado) o in alternativa attraverso delle calate in corda doppia, utilizzando come autoassicurazione gli anelli presenti sul posto.

I due alpinisti hanno deciso di arrampicare in discesa (vista la facilità del percorso senza utilizzare la corda) quando a un tratto il giovane padovano ha perso l’equilibrio, precipitando per circa 15-20 metri, riportando dei gravissimi politraumi.

Rifugio-Tuckett-e-Cima-Sella_slideshow

La compagna di cordata, sotto shock, è riuscita a chiamare i soccorsi, telefonando al 118 alla Centrale unica operativa di Trentino emergenza, la quale, in accordo con l’Area operativa Trentino settentrionale del Soccorso alpino-Servizio provinciale trentino, ha inviato immediatamente sul posto un elicottero dell’Aiut alpine Dolomites, con a bordo il medico rianimatore e il tecnico di elisoccorso del Soccorso alpino. Con una seconda rotazione, l’elicottero ha poi portato in quota un secondo tecnico del Soccorso alpino della Zona operativa Fiemme Fassa. Nel frattempo sono state allertate a supporto anche altri uomini della Zona operativa Fiemme Fassa del Soccorso alpino.

Giunti sul posto i soccorritori sono stati calati dal mezzo aereo tramite il verricello, trovando il ferito in gravi condizioni. Dopo essere riusciti a rianimarlo a causa di un arresto cardiaco, hanno quindi caricato il giovane a bordo dell’elicottero, trasportandolo all’ospedale di Bolzano, dove poi purtroppo è deceduto a causa delle gravità delle ferite.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136