Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Incidente mortale al rally Malegno-Borno: tre persone a processo

venerdì, 13 luglio 2018

Brescia – A processo per l’incidente mortale al rally Malegno-Borno del 29 luglio di un anno fa. A novembre andranno a giudizio con l’accusa di omicidio colposo Francesco Tartamella, Francesco Bellingeri e Sergio Sensi, rispettivamente direttore gara, responsabile dell’allestimento percorso e ispettore della sicurezza.

tribunale Brescia

Lo scorso 29 luglio durante il rally Malegno-Borno, la Peugeot guidata da Cristian Furloni uscì di strada piombando sui due commissari, perse la vita il commissario Mauro Firmo, 57 anni, commissario di gara, residente a Carpenedolo (Brescia), mentre rimase ferito il collega Davide Foroni. La Procura di Brescia aprì immediatamente le indagini  e iscrisse nel registro degli indagati 12 persone.

Le perizie e gli accertamenti degli inquirenti portarono a focalizzare l’inchiesta sulla sicurezza. Al termine delle indagini al Procura ha chiesto e ottenuto dal Gup del tribunale di Brescia il rinvio a giudizio per Francesco Tartamella, Francesco Bellingeri e Sergio Sensi. L’accusa è diversa per i tre, ma si basa sulla sicurezza e sulla segnalazioni del percorso gara, che secondo la Procura di Brescia non era corretta secondo il piano predisposto per l’evento agonistico.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136