QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Incendio doloso all’Università di Trento, la condanna di Rossi: “La ricerca è libertà”

sabato, 8 aprile 2017

Trento – “Vandalismi e attacchi come questi sono sempre da condannare. Ma questa volta lo sdegno è ancora più forte perchè colpisce intimamente le legittime speranze di una comunità di poter dare un seppur piccolo contributo per migliorare il mondo attraverso la ricerca”. Sono le prime parole del governatore del Trentino, Ugo Rossi che stamani ha appreso dell’intervento dei vigili del fuoco per un incendio di chiara origine dolosa appiccato ai laboratori di Povo dell’Università di Trento.

inc“Dobbiamo dire tutti un chiaro e forte no – ha aggiunto Rossi augurandovi che gli inquirenti giungano presto ad identificare i responsabili del dolo – e lo facciamo noi per primi anzitutto come rappresentanti delle istituzioni che credono fortemente nell’Università, ma anche come cittadini consapevoli che parte dei propri sforzi sono indirizzati per non far mai venir meno il sostegno a quel sogno kessleriano da tempo diventato una delle più solide realtà nazionali e non solo. Mi auguro che anche gli studenti ed i docenti si esprimano in tal senso. Noi vogliamo dire loro fin da adesso che siamo e continueremo ad essere dalla parte di chi costruisce e non demolisce il futuro”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136