QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Incendi a Tremosine e Forcola, divorati 250 ettari di boschi

domenica, 29 ottobre 2017

Tremosine – Gran lavoro dei vigili del fuoco nel Bresciano e Valtellina. ”Regione Lombardia sta facendo la propria parte e sta collaborando con gli enti a tutti i livelli. Sono in arrivo quattro Canadair dall’estero con cui confidiamo di domare le fiamme. Ringrazio tutte le persone impegnate nelle attività di spegnimento”. Lo ha detto Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione della Regione Lombardia fornendo gli aggiornamenti in merito alla situazione incendi.incendio

Dalle prime ore della mattinata odierna sono proseguite le attività di spegnimento sui quattro incendi attivi in Lombardia. I vigili del fuoco di Curno segnalano la disponibilità di mezzi aggiuntivi del COAU provenienti da Svizzera, Germania, Croazia e Grecia.

FORCOLA (Sondrio) - zona omogenea IB F2 – Sono stati divorati dalle fiamme 150 ha ceduo/conifere, incendio ancora attivo. Le attività di spegnimento sono affidate al D.O.S. Stefano Marieni (Comunità Montana Valtellina di Morbegno). Per permettere ai mezzi di operare in sicurezza sono state staccate le linee dell’alta tensione. Sull’incendio stanno intervenendo: 20 AIB;  20 vigili del fuoco; 4 carabinieri forestali; 2 elicotteri regionali (base Talamona).

TREMOSINE (Brescia) - zona omogenea IB F11 – Sono stati bruciati 100 ha ceduo, incendio ancora attivo. Le attività di spegnimento sono affidate al D.O.S. Marco Mozzi (Comunità  Montana Valle Sabbia). Incendio in espansione.
Sull’incendio stanno intervenendo:  20 AIB; 10 vigili del fuoco; 1 elicottero regionale (base di Vilminore) e 1 elicottero dei vigili del fuoco di Trento.

Segnalazioni in fase di verifica nelle province di Varese, Pavia e Como, in quest’ultima località i rischi maggiori sono in località Monte Colmenacco.

Situazione meteo - Il campo anticiclonico presente ad ovest del continente ha attivato un flusso di correnti settentrionali sull’Italia, che accompagna il transito di un nuovo sistema frontale atteso nella giornata odierna, domenica 29. La Lombardia si trova sottovento a queste correnti e vedrà solo il passaggio di velature con assenza di fenomeni di rilievo. Si accentuerà invece la ventilazione, con raffiche dai quadranti occidentali più forti ad est della regione. Per domani, lunedì 30, previsto tempo asciutto ed una generale attenuazione dei venti a seguito dell’allontanamento del fronte freddo che ha attraversato il paese. Assenza di precipitazioni sulla regione con transito di nubi sparse di tipo medio-basso, più compatte al mattino. Venti in rotazione da est sulla pianura con raffiche più sostenute su pianura orientale, venti settentrionali sui rilievi Alpini con raffiche più forti dalla mattinata al primo pomeriggio lungo i crinali di confine tra Valchiavenna e Valtellina e in Alta Valle Camonica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136