QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Il Corpo Forestale trentino recupera 21 tronchi di legno pregiato di pino cembro rubati in Val di Fiemme

martedì, 12 gennaio 2016

Cavalese – Grazie al lavoro del personale del corpo forestale trentino e della Magnifica Comunità di Fiemme è stato recuperato e riconsegnato al comune di Cavalese un importante quantitativo di legno di pino cembro che era stato sottratto.

Alla fine del mese di novembre era stato sottratto un quantitativo importante di legname di pino cembro, accatastato dal comune di Cavalese per la vendita presso il passo di Lavazè. si trattava di 21 tronchi di considerevoli dimensioni, per un valore complessivo che si aggira attorno ai 6.000 euro.

tronchi alberi

Chi ha agito, pur correndo dei rischi date le dimensioni del materiale, lo ha fatto quasi certamente invogliato dalle elevate quotazioni raggiunte ultimamente dal legname di pino cembro, molto richiesto da acquirenti specializzati nella sua lavorazione.

Recentemente, nel corso dell’attività di vigilanza del patrimonio boschivo condotta dal personale di custodia forestale della Magnifica Comunità di Fiemme, del Comune di Cavalese e dalla Stazione forestale di Cavalese e Castello-Molina di Fiemme il legname è stato rinvenuto, ben accatastato nel bosco, in un luogo appartato, forse in attesa del momento opportuno per essere piazzato.alberi pino

Le indagini e la sorveglianza condotta in seguito sulla catasta di legname non hanno tuttavia consentito di risalire agli autori del fatto; si è pertanto deciso, in raccordo con i Carabinieri della stazione di Cavalese, di recuperare il legname e riconsegnarlo al comune di Cavalese, che ne è il proprietario.

Il legname è stato ritrovato dal custode forestale della Magnifica Comunità di Fiemme sul suo territorio. Il custode ha avvisato la stazione forestale di Cavalese che ha inviato il proprio custode, che ha riconosciuto il legname avendolo in precedenza visto quando era stato accatastato al passo di Lavazè. inoltre le cataste di pino cembro sono rare rispetto a quelle di abeti o larici. Dopo pochi giorni dal ritrovamento, prima di Natale, il legname è stato recuperato con un trattore e trasportato in un piazzale comunale del Comune di Cavalese.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136