QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

I carabinieri di Chiari arrestano 41enne per spaccio di droga

giovedì, 8 giugno 2017

Chiari – I carabinieri arrestano sotto casa un albanese per spaccio, l’uomo urla alla figlia 12enne di disfarsi della droga. L’altra sera i militari della stazione di Chiari (Brescia), nel corso di una mirata attività volta a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, traevano in arresto per il reato di spaccio un albanese di 41 anni residente a Chiari.carabinieri controlli large

Durante il servizio veniva notato un uomo uscire di casa e cedere una dose di cocaina da mezzo grammo ad un cinquantenne di Castrezzato. I carabinieri a quel punto prontamente si dirigevano verso lo spacciatore che, percepito il pericolo, si dava alla fuga cercando di guadagnare l’uscio della sua abitazione. Solo la velocità di uno dei militari permetteva di bloccare l’albanese prima che potesse raggiungere la porta di casa, senza tuttavia potergli impedire di gridare alla figlia dodicenne, affacciatasi sulle scale per il trambusto sentito, l’ordine di “buttare via tutto”. Gli operanti a quel punto si precipitavano in casa impedendo così alla bambina di ottemperare alla richiesta del padre.

La perquisizione domiciliare consentiva il rinvenimento di 600 euro in contanti, presunto profitto di illecita attività di spaccio, ed altri 25 grammi di cocaina, già suddivisa in 48 dosi confezionate nel cellophane e pronte ad essere vendute, nascoste in un cassetto della camera da letto. La sostanza stupefacente ed il denaro venivano posti sotto sequestro in attesa di essere depositati rispettivamente presso l’ufficio corpi di reato e su libretto deposito giudiziario. L’acquirente verrà segnalato alla competente Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Arresto convalidato e, a seguito della richiesta dei termini a difesa da parte dell’avvocato, sono stati disposti gli arresti domiciliari in attesa della prossima udienza prevista per metà luglio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136