Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Grigno, furto in casa di una 92enne: i carabinieri denunciano una rom

lunedì, 22 gennaio 2018

Borgo Valsugana – La Compagnia Carabinieri di Borgo Valsugana, impegnata in controlli straordinari del territorio, disposti dal Comando Provinciale di Trento, ha denunciato una donna per furto in abitazione.

Carabinieri Valsugana 1L’indagine, condotta dai carabinieri di Grigno (Trento), inizia sabato scorso, quando il figlio di un’anziana signora di Grigno, 92enne, chiama il 112 e denuncia il furto in abitazione, patito dalla propria madre. I carabinieri della locale Stazione, raggiunto l’indirizzo indicato, si trovano a parlare con una signora che, a dispetto dei suoi anni, è estremamente lucida e subito dichiara di aver visto in faccia due donne allontanarsi dal proprio appartamento e che l’hanno pure salutata.

Con lo stesso piglio, dichiara di saperle riconoscere anche fra cento donne. Si eseguono i primi accertamenti e fra denaro contante ed oro, il danno è di quasi 5mila euro. I militari rintracciano un testimone che fornisce modello e parte della targa di un mezzo che si era allontanato con queste due persone a bordo. Ma è un’auto che non è nuova ai carabinieri di Grigno e così, si mostrano alla vittima del furto, le foto di più donne, nella speranza che riconoscesse le sospettate. Ne riconosce una. Raccolti quindi elementi utili al proseguio delle indagini, si è ottenuto dal Magistrato di turno alla Procura di Trento decreto di perquisizione domiciliare alla ricerca della refurtiva.

All’alba, i carabinieri di Grigno, dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Borgo ed i carabinieri della Stazione di Mattarello, si sono presentati al campo Rom di Trento e hanno dato sfogo all’atto. Non è stata rinvenuta refurtiva ma si sono ottenuti importanti riscontri per inchiodare la responsabilità della donna al furto all’anziana signora.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136