QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Rinvenuto cadavere in un canale l’uomo disperso da sabato ad Arco

sabato, 20 luglio 2013

Riva del Garda- E’ stato ritrovato Giacinto Galante, il 63enne  scomparso da sabato mattina. Il corpo è stato rinvenuto privo di vita in un canale irriguo in via della Cinta, ad Arco, a pochi passi dalla sua abitazione. Il corpo è stato recuperato dai vigili del fuoco di  Trento. Sul posto l’equipe medica del 118 che ha constato il decesso.

E’ il terzo episodio  che ha caratterizzato l’ultimo week-end. Il primo vede protagonista Wladimir Pizzedaz, imprenditore 62enne di Riva del Garda, di cui si sono perse le tracce: gli investigatori hanno iniziato nella mattinata di oggi le ricerche, sollecitati dal ritrovamento davanti a Navene della barca di Pizzedaz.DSC01062

L’ipotesi è che l’uomo sia caduto dalla sua barca a vela, annegando. Pizzedaz, era partito stamane da Porto San Nicolò per compiere un’escursione in solitaria con la sua barca. Alcuni turisti hanno visto successivamente l’imbarcazione che navigava alla deriva con la vela spiegata: a bordo non c’era nessuno. Subito al lavoro decine di mezzi delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco che hanno avuto l’aiuto di di un elicottero e di alcune telecamere subacquee, senza trovare l’imprenditore.

Il secondo episodio è un salvataggio di un sub, colto da un malore mentre si trovava a quaranta metri di profondità nel Lago che separa Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige. Sono stati altri subacquei che lo hanno riportato a galla. L’uomo è ora ricoverato all’ospedale di Trento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136