QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Ghedi, proprietario di capannone pignorato spara e colpisce imprenditore. Arrestato

mercoledì, 6 luglio 2016

Ghedi - I carabinieri di Ghedi intervenuti in paese per una lite in corso presso un capannone artigianale in fase di dismissione, e oggetto di pignoramento immobiliare, hanno arrestato  G.S., vecchio proprietario del capannone, che comunque abita ancora all’interno di una casa accanto al capannone, per aver esploso contro il nuovo proprietario, che si era recato unitamente ad alcuni “rottamai”, potenziali acquirenti del ferro e rottame per visionare e valutare le modalità di smaltimento dei macchinari ferrosi presenti nell’Azienda.

carabinieri  stazione Verolanuova

Due colpi d’arma da fuoco con una carabina appartenente in vita al padre ormai defunto, colpendo di striscio l’acquirente del capannone il quale, dall’occorso, riportava lesioni guaribili in 15 giorni, mentre un suo accompagnatore, dandosi a precipitosa fuga per sfuggire ai colpi d’arma da fuoco, cadeva a terra riportando lievi lesioni.

G.S., dopo aver esploso i colpi dalla carabina, proferendo evidenti minacce di morte, si portava in strada ed una volta nelle vicinanze dell’autovettura dell’imprenditore della Val Trompia, gli scagliava contro un bastone di legno.

L’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Brescia dove il G.I.P. del Tribunale di Brescia dopo aver convalidato l’arresto ne disponeva la scarcerazione, applicando nei confronti di G.S. la misura cautelare dell’obbligo di presentazione giornaliera alla polizia giudiziaria.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136