QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Gardone Riviera, campano arrestato dai carabinieri per truffa

venerdì, 4 agosto 2017

Gardone Riviera – I carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Salò hanno arrestato, in flagranza di reato, un 48enne campano e denunciato un complice 60 enne per il reato di truffa.
In particolare il 48enne entrava all’interno di un bar tabaccheria di Gardone Riviera (Brescia) e, dopo aver esibito il tesserino del codice fiscale intestato ad una terza persona nonché le banconote necessarie per l’operazione, si faceva ricaricare la carta prepagata per la somma di circa 350 euro. Al momento di corrispondere il relativo importo in contanti l’uomo, con la scusa di aver dimenticato 2 euro – costo del servizio di ricarica, pensava bene di svignarsela a bordo di un’autovettura condotta da un complice dirigendosi verso Salò.
Il tabaccaio non si perdeva d’animo e, dopo aver chiamato il 112, forniva la descrizione del personaggio e dell’automobile che veniva fermata dalla pattuglia del Nucleo Radiomobile.
I Carabinieri, nel corso della perquisizione dell’auto e delle persone, rinvenivano oltre mille euro in contanti che venivano sequestrate ed inoltre individuavano l’arrestato quale autore di un’analoga truffa consumata poco prima nel Comune di Manerba del Garda sempre a carico di una tabaccheria.
L’arrestato è stato sottoposto a giudizio direttissimo presso il Tribunale di Brescia ed al termine dell’udienza a suo carico è stato disposto l’obbligo di dimora in un comune dell’hinterland napoletano.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136