QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Furto in profumeria e pagamento con banconote false: doppia operazione dei carabinieri, un arresto e una denuncia

sabato, 18 febbraio 2017

Ghedi – I Carabinieri di Ghedi hanno arrestato un pregiudicato 50enne colto nella flagranza di un furto aggravato ad un negozio: l’uomo si era infatti introdotto, durante l’orario di apertura, nel negozio profumeria Sirene Blu di Ghedi, col capo coperto da un cappuccio e indossando degli occhiali da sole; approfittando della distrazione della commessa, era riuscito a impossessarsi della somma di oltre 300 euro riposta nella cassa.

cLa sfortuna del prevenuto ha fatto sì che all’uscita dal negozio si imbattesse in una pattuglia dei Carabinieri di Ghedi che, avendolo notato entrare nel negozio con degli occhiali da sole e una specie di passamontagna si erano trattenuti nei paraggi e vistolo uscire mentre si toglieva un cappello/cappuccio dalla testa (anziché il contrario) si era ulteriormente insospettita, riconoscendolo subito dopo come un pregiudicato della zona; l’equipaggio procedeva quindi al controllo appurando che l’interessato portava indosso una bomboletta di spray al peperoncino e che nell’autovettura, parcheggiata poco distante, deteneva alcuni arnesi da scasso; un sopralluogo all’interno del negozio consentiva poi di accertare la consumazione del furto del contante avvenuto poco prima.

Condotto davanti al Tribunale di Brescia per il processo per direttissima, al prevenuto, considerata la gravità del fatto e i suoi precedenti penali, veniva applicata la misura cautelare della custodia in carcere.

Ha provato a pagare una multa con delle banconote false: carabinieri denunciano giovane albanese

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brescia hanno denunciato in stato di libertà un giovane venticinquenne albanese senza fissa dimora sul territorio italiano per aver provato a pagare la sanzione per una violazione al Codice della Strada con delle banconote false.

Il soggetto infatti, nella mattinata di ieri si è recato presso l’ufficio postale di via Don Vender e ha tentato di pagare una multa dell’ammontare di 200 euro con quattro banconote da 50 euro risultate contraffatte all’esito dei controlli.

I Carabinieri, allertati dai dipendenti dell’ufficio, prontamente intervenuti, hanno identificato e perquisito il giovane. Durante i controlli, estesi poi anche alla temporanea abitazione dichiarata dal soggetto, sono state rinvenute altre 4 banconote contraffatte delle quali l’albanese non è riuscito a giustificarne la provenienza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136