QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Furto di rame, auto inseguita dai carabinieri tra Orzinuovi e Pompiano. Altre due operazioni nel Bresciano

mercoledì, 22 marzo 2017

Brescia – Furto di rame nel Bresciano, inseguiti i malviventi. Nella notte a Orzinuovi (Brescia), lungo la strada provinciale 668 “Orzinuovi–Lonato”, all’altezza della cascina Cerudine, i carabinieri di Orzinuovi impegnati in servizio di vigilanza del territorio, hanno incrociato autovettura Volkswagen golf che procedeva a forte velocità nel senso opposto di marcia, direzione Soncino e decidevano di seguirla per procedere al suo controllo.

Ne è scaturito un inseguimento, connotato da segnalazioni visive e reiterate intimazioni di “alt”, che si è concluso nel vicino comune di Pompiano dove dall’autovettura inseguita, fermatasi bruscamente davanti al cancello d’ingresso di un’impresa edile, sono scesi gli occupanti che approfittando del buio e delle campagne sono riusciti a darsi alla fuga, facendo perdere le proprie tracce, nonostante nella zona fossero tempestivamente arrivate altre pattuglie della Compagnia Carabinieri di Verolanuova in servizio nei limitrofi paesi.carabinieri furto rame 0

A bordo del veicolo sono state rinvenute 10 bobine di cavi di rame, arnesi atti al taglio degli stessi e vario materiale d’interesse investigativo, ora al vaglio degli operanti.

DENUNCIATO PER CONTRAFFAZIONE  

A Verolavecchia (Brescia), militari della stazione carabinieri di Verolanuova, nel corso di specifico controllo alla circolazione stradale, hanno fermato un autocarro Fiat Ducato, condotto da un 39enne di nazionalità romena; da un accertamento richiesto alla Motorizzazione Civile di Brescia, tale autocarro, nonostante sulla relativa carta di circolazione vi fosse apposto un bollino di avvenuta revisione con: “esito regolare”, è risultato invece sottoposto a ultima visita di revisione nel 2010. Approfondimenti al riguardo effettuati immediatamente hanno consentito di appurare che il predetto bollino era falso e quindi il personale operante, oltre a sequestrare la carta di circolazione, a sottoporre il veicolo a fermo amministrativo e a elevare le violazioni amministrative pecuniarie del caso, hanno denunciato alla Procura di Brescia il conducente per la contraffazione del siffatto documento pubblico.

SEGNALATI ASSUNTORI DI DROGA    

A Bassano Bresciano, sempre i carabinieri della stazione di Verolanuova, nel corso di specifico servizio teso alla prevenzione e repressione dello spaccio di stupefacenti, hanno proceduto al controllo di un’autovettura, a bordo della quale venivano identificati un 53enne residente a Bassano Bresciano e un 32enne residente a Manerbio; nel corso del controllo i militari hanno rinvenuto una dose di circa un grammo di cocaina. Entrambi venivano segnalati alla Prefettura di Brescia quali assuntori di sostanza stupefacente.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136