QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Furto al cimitero di Sondrio, i carabinieri scoprono 39enne e lo denunciano

martedì, 25 agosto 2015

Sondrio – Furto al magazzino del cimitero, sorpreso mente tenta di vendere la refurtiva. E’ stato sorpreso dai militari di una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri e della Compagnia dei carabinieri di Sondrio guidati dal capitano Claudio de Leporini, in servizio di controllo del territorio e prevenzione dei reati, mentre, in largo Sindelfingen di questo centro, cercava di vendere alcuni attrezzi da lavoro, la cui provenienza ha subito suscitato seri dubbi nei carabinieri, che hanno così deciso di approfondire il controllo, estendendolo anche all’abitazione dell’uomo, un 39enne della zona, già conosciuto alla forze dell’ordine.

Recatisi presso il suo appartamento, o militari hanno così rinvenuto altri attrezzi da lavoro pSondrio - refurtivarofessionali – due demolitori, un trapano, una motosega, una tagliasiepi e una smerigliatrice – per un valore complessivo di oltre 6mila euro, che, dagli accertamenti immediatamente eseguiti, sono risultati essere tutti di proprietà del Comune di Sondrio, che ne aveva denunciato il furto, commesso nella notte tra il 19 e il 20 agosto, presso il magazzino del cimitero di questa città.

La refurtiva, interamente recuperata, al momento è stata sottoposta a sequestro, in attesa della restituzione al legittimo proprietario. Il 39enne, invece, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Sondrio, con l’accusa di “ricettazione”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136