QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Furti sull’Autobrennero, la Polizia Stradale arresta la gang. In carcere sei persone originarie di Napoli

lunedì, 15 febbraio 2016

Trento – Furti sull’Autrobrennero, arrestata dalla Polizia Stradale la banda, sei persone, tutte di Napoli.

Il blitz è scattato nei giornmi scorsi: la Polizia Stradale di Padova, Bologna e Bolzano e le sottosezioni di Verona Sud, Modena e Trento, nell’ambito dei servizi volti ad arginare il recrudescente fenomeno dei furti delle merci trasportate lungo le arterie autostradali del Nord-Est d’Italia e consumati principalmente in Autostrada A22 del Brennero, nelle ore notturne e nelle aree di servizio, hanno arrestato Raffaele Mennillo nato a Napoli, 28 anni, e Salvatore Ravolo, 33 anni di Napoli, Massimo Di Maggio, nato a Napoli di 42 anni, Salvatore Morra, nato a Napoli, 40anni, Angelo Riccardi, nato a Napoli di 33 anni e Ciro Angelillo nato a Massa di Somma (Napoli) di 23 anni, tutti con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio.

402987_3135_big_2012-polizia-stradale-pattuglia-autostrada-1

In particolare durante i servizi di prevenzione dei reati in autostrada le pattuglie notavano nella serata dello scorso 10 febbraio, all’altezza degli svincoli autostradali A1 – A22 carreggiata Nord, il transito di un autocarro già utilizzato da una banda criminale campana, per effettuare furti su mezzi pesanti in sosta, “scortato” da alcuni componenti della banda a bordo di una Renault Scenic.

Durante i “sopralluoghi” l’autocarro ( che veniva costantemente seguito a distanza lungo la carreggiata Nord dell’autostrada A22 del Brennero direzione Trento, da personale della Polstrada) entrava nelle Aree di Servizio “Campogalliano Nord”, dove l’autista ed il passeggero, approfittando del naturale riparo concesso dall’oscurità, ispezionavano gli altri veicoli commerciali in sosta. Trascorsi pochi minuti, il mezzo pesante e la Renault Scenic riprendevano il viaggio in direzione Nord ed alle 23.45, raggiungevano l’area di servizio Po Nord. L’autocarro pedinato si posizionava in prossimità di altri veicoli industriali, mentre l’autovettura rimaneva ferma all’inizio dell’area con il compito di sorvegliare la zona ed avvisare i complici della presenza delle pattuglie della Polizia.
Subito dopo tutti gli occupanti scendevano dai rispettivi veicoli ed ispezionavano alcuni dei mezzi pesanti in sosta, eseguendo (come modus operandi) un taglio sul telo dei semirimorchi per verificare la natura del carico. Vista la merce l’attenzione dei malintenzionati, si concentrava su un autoarticolato sloveno, carico di idropulitrici marca “Karcher”, destinate in Germania. Materiale che poco dopo veniva caricato sul mezzo della banda.
Visti gli eventi gli agenti, non appena il convoglio s’immetteva sull’autostrada A4 Brescia- Padova nel territorio comunale di Sommacampagna (Verona), intervenivano arrestando i 6 malviventi, recuperando 144 idropulitrici, e arnesi da scasso.
All’interno dell’autocarro veniva rinvenuta la merce sottratta all’autotrasportatore sloveno, inoltre, nell’abitacolo dell’autovettura Renault Scenic venivano trovati un coltellino, una torcia ed il biglietto autostradale emesso dalla stazione di entrata di Napoli Nord, nonché arnesi da scasso sottoposti a sequestro.
I soggetti fermati venivano accompagnati presso la Sottosezione Polizia Stradale di Verona Sud, e dopo i rituali rilievi foto dattiloscopici, venivano dichiarati in arresto per concorso in furto pluriaggravato e condotti alla casa Circondariale di Verona – Montorio a disposizione della Procura,  mentre la refurtiva veniva restituita all’avente diritto.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136