Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Furti in Valtellina, vertice in prefettura a Sondrio: le riflessioni

mercoledì, 16 gennaio 2019

Sondrio – Oggi si è tenuta una riunione in Prefettura, presieduta dal prefetto Giuseppe Mario Scalia (nella foto), alla presenza delle forze dell’ordine, del sindaco di Chiuro e del capo di gabinetto, riguardante la tematica dei furti recentemente avvenuti sia nel Comune di Chiuro che nei Comuni di Grosio, Gordona, Prata Camportaccio, Mese e Piuro.

scaliaIl sindaco di Chiuro nell’esprimere la forte preoccupazione dei cittadini si impegna a realizzare un impianto di videosorveglianza, mentre le forze dell’ordine, nell’evidenziare che tali accadimenti rappresentano un evento di natura eccezionale ed estemporaneo, hanno già avviato interventi mirati alla intensificazione dei servizi di controllo e di vigilanza soprattutto in orario notturno della zona e nelle aree limitrofe. Contestualmente sono in corso attività investigative per assicurare l’identificazione degli autori dei reati.

Per quanto riguarda i furti in danno delle case parrocchiali avvenuti nei territori sopracitati, si rileva che sono stati già individuati e deferiti all’Autorità Giudiziaria gli autori di alcuni di essi. In merito a ciò il prefetto Scalia plaude le forze dell’ordine. Il Comitato auspica e invita i Sindaci ad installare o implementare i sistemi di videosorveglianza nei propri territori e a sensibilizzare la propria cittadinanza ad adottare basilari misure di protezione passiva.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136