QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Furti in abitazione: sudamericano arrestato in un’operazione a Chiari di Carabinieri e Finanza

giovedì, 4 febbraio 2016

Chiari – Contrasto ai furti in abitazione, arrestato dalla Finanza sudamericano a Chiari. Prosegue l’impegno delle Forze dell’Ordine nel contrasto ai reati di tipo predatorio. I militari della locale stazione, coadiuvati da un Finanziere Scelto della Compagnia Finanza di Chiari, traevano in arresto Arteaga Lopez Perey, nato a Cuba il 3 aprile 1982, clandestino, già  pregiudicatoper reati specifici, poiché responsabile di tentata rapina impropria in abitazione, oltre al possesso ingiustificato di grimaldelli ed arnesi idonei allo scasso.Guardia di Finanza e carabinieri di Trento

A Chiari, in un’area residenziale già oggetto di recenti furti in abitazione, due militari della stazione carabinieri ed un finanziere scelto della Compagnia della Guardia di Finanza di Chiari, tutti liberi dal servizio, mentre si trovavano a transitare lungo via Togliatti, notavano un’autovettura Renault Clio blu con due soggetti a bordo che procedevano lentamente rallentando in prossimità degli ingressi delle abitazioni, fino a fermarsi davanti al cancello di una di esse che appariva buia all’interno. A quel punto, vedendo il solo conducente scendere dal mezzo ed accingersi furtivamente a scavalcare la recinzione di quel giardino, i militari operanti decidevano di intervenire per identificare i due soggetti senza poter attendere ulteriormente l’arrivo dei rinforzi che intanto erano stati allertati.

Nel frangente, mentre il soggetto sceso dal mezzo riusciva a fuggire facendo cadere a terra un marsupio contenente due torce, un tronchesino, un paio di guanti in lattice ed un telefono cellulare, il complice rimasto a bordo dell’autovettura scendeva tentando anch’egli immediatamente di sottrarsi al controllo, sferrando calci e pugni in direzione degli operanti e guadagnandosi in tal modo una breve fuga che terminava pochi metri dopo contro la pattuglia dei Carabinieri sopraggiunta velocemente sul posto, trovandosi anch’essa in zona per un servizio mirato di contrasto ai furti in abitazione. In seguito alla perquisizione personale effettuata, il ragazzo sudamericano veniva trovato in possesso di un berretto a cuffia e di un cacciavite probabilmente utilizzato per forzare gli ingressi delle case, tutto posto sotto sequestro unitamente a quanto lasciato dal complice scappato.

A seguito alla breve colluttazione nessuno riportava ferite. Sono in corso indagini per risalire all’identità del soggetto datosi alla fuga. L’arresto veniva convalidato in mattinata odierna dal Giudice del Tribunale di Brescia che disponeva la custodia cautelare in carcere per il soggetto.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136