QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Furti e spaccio all’istituto tecnico economico Tambosi di Trento, i militari arrestano tre studenti

mercoledì, 14 gennaio 2015

Trento –  Blitz dei carabinieri, tre studenti nei guai per spaccio e furti all’istituto Tambosi di Trento. I carabinieri hanno diffuso il seguente comunicato: “Negli ultimi mesi all’istituto tecnico economico Tambosi di Trento sono stati segnalati diversi ammanchi di materiale informatico dall’ufficio tecnico e da altre aule.

Il furto degli apparati tecnologici, telecamera, hard disk, chiavette usb, accessori per computer, è avvenuto in corrispondenza dei corsi serali senza che venisse commessa alcuna effrazione facendo ritenere che gli autori potessero agire indisturbati all’interno della struttura scolastica.

La cosa ha incuriosito i carabinieri che, al fine di individuare gli autori del reato, hanno posto in essere un prolungato servizio di osservazione che, nella serata del trascorso lunedì, ha consentito di sorprendere in flagranza di reato due giovani.carabinieri spaccio cocaina

Dopo aver recuperato parte della refurtiva, nel corso delle perquisizioni domiciliari, i carabinieri raccolti elementi nei confronti di un terzo studente, nella mattinata di ieri hanno effettuato un’altra perquisizione domiciliare, delegata dalla Procura della Repubblica, nel corso della quale, nella camera da letto del giovane, oltre ad alcuni oggetti trafugati all’interno della scuola, è stato rinvenuto un considerevole quantitativo di stupefacente del tipo hashish, per la precisione oltre 400 grammi suddivisi in quattro panetti ed alcune dosi già pronte.

Il ragazzo è stato tratto in arresto a sua volta, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed ora è sottoposto agli arresti domiciliari in attesa della convalida. La refurtiva recuperata è stata riconsegnata alla scuola che potrà quindi riutilizzarla per le lezioni”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136