QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Furti di biciclette e caschi in strutture ricettive, i carabinieri del Norm di Riva del Garda recuperano tutta la refurtiva

venerdì, 3 aprile 2015

Riva del Garda – Controlli dei carabinieri di Riva del Garda, recuperata refurtiva. Durante uno dei numerosi servizi di controllo del territorio predisposti per contrastare il fenomeno dei furti all’interno di strutture pubbliche e ricettive nella zona del Garda, in questo periodo affollate dai vacanzieri del periodo pasquale, i carabinieri del NORM di Riva del Garda, la scorsa notte, hanno recuperato una cospicua parte di refurtiva asportata nel corso della notte all’interno di auto e tende di camping della zona.

I FATTI Carabinieri notturna 1

Attorno alle 4 di ieri una pattuglia del Norm, ispezionando un parcheggio in via al Cor di Torbole, ha notato una vettura Ford Galaxy con all’interno due individui i quali, alla vista dei militari, sono fuggiti a piedi scavalcando una recinzione per poi allontanarsi velocemente. Dopo aver controllato – unitamente ad altre pattuglie giunte di rinforzo – le zone limitrofe per bloccare i fuggitivi che comunque sono riusciti a far perdere le loro tracce, i militari hanno accertato che la vettura era oggetto di un furto commesso il 25 marzo scorso nei confronti di un cittadino di Fiesse (Brescia) ed al suo interno vi erano tre biciclette mountain bike di enorme valore commerciale con i relativi caschi, un computer portatile, una telecamera e una decina di zainetti contenenti portafogli, effetti personali e carte di credito.

I successivi accertamenti hanno permesso di stabilire che si trattava di refurtiva asportata in danno di ospiti di strutture ricettive della zona di prevalente nazionalità tedesca, i quali, accortisi nella mattinata successiva dei furti patiti, si sono presentati presso le stazioni carabinieri di Torbole e Riva per sporgere denuncia. E proprio presso queste sedi gli sfortunati turisti hanno avuto la piacevole sorpresa di poter, dopo aver appunto sporto denuncia, riavere nell’immediatezza quanto loro asportato. Anche il proprietario della vettura è stato informato e ne è già rientrato in possesso.

L’attività di prevenzione continua incessantemente ed in questi giorni è stata rafforzata la vigilanza ed i controlli notturni con un numero maggiore di personale che non godrà di ferie per consentire ai numerosi turisti che animeranno questo periodo di poterlo passare in maniera più serena.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136