Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Fugge all’alt della Polizia creando incidenti, arrestato 36enne francese residente a Desenzano

martedì, 15 maggio 2018

Desenzano del Garda – Il  Commissariato di Pubblica Sicurezza di Desenzano del Garda nella decorsa notte  ha tratto in arresto un cittadino di nazionalità francese, di 36 anni, residente da anni a Desenzano del Garda, perché resosi responsabile dei reati di: tentato Omicidio e Resistenza a Pubblico Ufficiale.

poliziaLa vicenda ha avuto inizio alle ore 01.00 circa quando una volante del Commissariato durante il normale servizio di perlustrazione, notando transitare a forte velocità una Seat Leon, in una via centrale, ha cercato di sottoporla a controllo ma il conducente della stessa, ignorando i segnali acustici e luminosi attivati dagli agenti, ha aumentato repentinamente la velocità e ha tenuto una guida spericolata tra le vie cittadine.

L’inseguimento è terminato quando la SEAT ha imboccato una via senza uscita ove gli operanti scesi dall’auto di servizio si sono avvicinati a piedi al veicolo sospetto per controllare ed identificare il conducente che improvvisamente a retromarcia è ripartito a fortissima velocità tentando di investire gli agenti, che solo per la loro pronta reazione, sono riusciti ad evitare l’urto gettandosi ai bordi della strada, esplodendo alcuni colpi con l’arma d’ordinanza a scopo intimidatorio.

La folle corsa della Leon si è conclusa poco distante andandosi a schiantare contro delle auto in sosta danneggiandole gravemente mentre l’autista è riuscito a fuggire a piedi nella campagna circostante facendo perdere le proprie tracce.

Gli immediati accertamenti, nonostante il mezzo fosse intestato ad una ditta con sede a Roma, hanno permesso di risalire all’autore del gesto e sono stati attenzionati da questo Ufficio alcuni domicili a lui riferibili.

Lo stesso, che è risultato aver assunto sostanze alcoliche e stupefacenti, è stato rintracciato poco dopo in una via periferica, tratto in arresto per i reati sopracitati ed associato alla casa circondariale “Nevio Fischioni” di Brescia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136